Seghers, “La gita delle ragazze morte”

ANNA SEGHERS – “La gita delle ragazze morte” – Filema

Lena ha il viso liscio e puro come una mela fresca.

Marianne ha gambe lunghe e sottili e il volto nobile e regolare.

Nora è piccoletta, con il naso all’insù.

Lore porta i capelli rossicci ondulati e ha già da un pezzo vere e proprie storie d’amore.

Ida è carina, appariscente e furba.

Gerda ha una testa cavallina, capelli ruvidi e arruffati, denti forti e occhi belli.

Else è robusta e soda come uno gnocchetto.

Sophie ha capelli neri come l’ebano.

A che cosa è valsa la loro giovinezza?

 Questo racconto ha un incedere lento e maestoso, come una messa da requiem. Difficile dimenticare questa musica, quando nel finale diventa intima e struggente come il ricordo di una casa che non esiste più.

Leave a Reply