About

Se la lettura non è un passatempo, ma una passione – il passatempo è un accessorio e come tale non indispensabile, la passione è invece totalizzante ed esigente – ci si avvicina ai libri come se fossero la meta di un viaggio, si cerca il percorso più opportuno per raggiungerli, forse ci si fa trovare da loro, ci si fa accompagnare dalle loro parole, che non sono mai risposte, ma indicatori di complessità – e la complessità è il segreto della ricchezza – ci si apre alle loro suggestioni che sono sempre, anche, punto di partenza di altri percorsi. E’ lungo questi tragitti che avvengono gli incontri con quegli autori che poi non si riuscirà più ad abbandonare, perchè finiscono per diventare familiari, compagni di una profonda condivisione, di uno sguardo particolare e immediatamente riconoscibile sulla realtà. La lettura intesa in questo senso finisce per costruire mappe, che sono in realtà labirinti; si procede ben sapendo che il territorio è infinito, le sorprese innumerevoli, i tesori sovrabbondanti. Bisogna fare anche i conti con un tipo particolare di ansia, quella di lascirsi sfuggire per disattenzione, per superficialità, per mancanza di tempo, un libro, un autore, una frase, un verso, che potrebbero illuminare con la loro bellezza un pezzo di vita, e anche quella che nasce dalla paura di dimenticare ciò che si ha avuto la fortuna di trovare. Forse nascono da qui questi che considero solo appunti di lettura (e che non hanno la pretesa di essere recensioni nè, tantomeno, scritti di critica letteraria), da qui e anche da una sorta di orgoglio. Perchè sono orgogliosa dei libri che ho letto, e di quelli che continuerò a leggere. Scrive Claudio Magris nel suo libro “Alfabeti”: “Una volta Borges ha detto che lasciava ad altri di gloriarsi dei libri che avevano scritto e che la sua gloria erano invece i libri che aveva letto”.  Una lezione di umiltà e una dichiarazione d’amore per la lettura.

Anna

ingeborg3000@hotmail.com

Subscribe
Notify of
guest
37 Comments
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giulia
8 years ago

E hai ben ragione di essere orgogliosa dei libri che hai letto!
Bellissimi testi, bellissime recensioni.

Ele
Ele
8 years ago

Che preziosa raccolta che hai costruito!
Scopro il tuo blog e mi sento fortunata 🙂

Un saluto, a presto, e buone letture!
Ele

Musette
8 years ago

Anch’io la ringrazio. Ho scoperto oggi questo blog e ne sono molto contenta (pensi un po’, ieri sera a teatro si parlava di un libro su Odessa di uno scrittore che non conosco. Così oggi, che non lavoro, mi sono messa a cercarlo in rete. E oltre a leggere di Babel, ho trovato questo luogo che d’ora in avanti sarà tra i miei preferiti. Bello.)

anna maer
8 years ago

Anna dei libri – un amore universale – leggo tanto ma qui si puà sostare per sempre –

Vera
8 years ago

un bel Blog Anna, complimenti davvero! ricco di amici da ritrovare e poi anche suggestioni e di punti di partenza, ci sono capitata per caso, ma ci tornerò spesso con affetto! grazie.

Rk
Rk
7 years ago

Ciao, amica anobiana 🙂

Rk70

monica
7 years ago

Salve Anna,
anche io scopro quasi per caso questo prezioso scrigno ricco di tesori, un bel percorso in cui di certo mi perderò… ma che percorrerò con molto piacere… un percorso che ha un forte sentore mitteleuropeo…
grazie e a presto, un abbraccio!

Alessandra
7 years ago

Cara Anna, perdonami, chino il capo e me lo cospargo di ceneri, ma oggi ti ho nominata per l’Award. Lo so che è una quisquilia, ma almeno ho potuto esprimere a tutti l’ammirazione che provo per te. Se ti fa piacere passa a leggere. 😉

affascinailtuocuore
6 years ago

cara Anna, ne ho di strada da fare! Ciascuno di poi percorre strade uniche e speciali che a volte si incrociano.Ho ritrovato nella tua lista di letture un nome appena letto in Paure Totali di Hrabal( Vakulic). Mi ha confermato che esiste un mondo grande tutto da viaggiare. Finchè esistono altri mondi la vita assume un senso.Grazie

dragoval
6 years ago

Ma allora sei proprio tu :-).
Che meraviglia…..Ti ho riconosciuta dalla recensione de Il cardillo addolorato ….così ora ho l’opportunità di poterti seguire e di non perdere nessuna delle tue recensioni, oltre che recuperare un materiale prezioso e sterminato.
Ciao 🙂

Paola C. Sabatini
Paola C. Sabatini
5 years ago

Anna, hai un profilo anche su Fabcebook oppure ancora resisti?
Ti seguirei meglio, non ho molta dimestichezza con i blog.
Paola C. Sabatini

Arcimboldo
Arcimboldo
5 years ago

Complimenti per il blog. Molti dei libri che racconti sono vere perle, devi avere una bella biblioteca. Comunque mi piacerebbe che raccontassi qualche scritto di Tommaso Landolfi, autore fin troppo nell’ombra. un saluto

asiviero86
4 years ago

Ho scoperto da un po’ questi tuoi appunti di lettura e ogni tanto passo a leggerne qualcuno. E’ sempre bello trovare qualcuno che condivide buona parte dei tuoi gusti letterari, anche quando i percorsi di lettura sono apparentemente distanti (noto una certa preferenza per la letteratura mitteleuropea, mentre io leggo in buona parte latinoamericani). E poi complimenti per i testi: sempre approfonditi e ricchi di spunti su cui riflettere, sia prima che dopo la lettura. Andrea.

Luigi Grazioli
Luigi Grazioli
3 years ago

Complimenti, per il sito, la scelta dei libri e i testi (ne ho letto pochi al momento ma tornero qui di sicuro).

The Untranslated
2 years ago

Sono stupito dalla portata e dalla qualità della letteratura recensita qui. Non vedo l’ora di leggere alcuni di questi libri. Questo è uno dei migliori blog letterari nella lingua italiana che ho incontrato. Grazie per la sua dedizione e il suo duro lavoro!

giovanni
giovanni
2 years ago

Che bello!
Sono capitato qui per caso, cercavo qualcuno che dicesse qualcosa di più riguardo M. Mari (altra recente scoperta), e ho trovato tutto questo. A Mari mi ci sto dedicando da questa estate.Tramite folgorante: il suo ultimo libro “Leggenda privata”. Adesso correrò a ritroso, ma mi serviva un appoggio una boa.. ho trovato un’isola. Siete ancora attivi, voglio sperare. Un saluto

giovanni
giovanni
2 years ago

Felicissimo di sapere che lei sia attiva, ammirato per il singolare.
Vi è inoltre, un’altra cosa che trovo singolare, forse strana anche, o forse no. Le devo confidare, in effetti, di aver avuto anch’io la sensazione, mentre leggevo il libro -benché singolo (ancora!)- che ci fosse, tra me e Mari, una certa dose di consonanza, un’affinità. Ora, però, che scopro la stessa idea in lei, sarei più propenso a collegare la cosa a semplice ammirazione e ad una sorta di felicità, nello scoprire proprio in uno scrittore italiano (cosa che a quanto pare condividiamo), finalmente motivi d’interesse. La saluto adesso, non sono sicuro di non essere OT in questo spazio, non conosco ancora il suo sito.

giovanni
giovanni
2 years ago

Grazie. Prendo al volo il tuo consiglio, dalle tue recensioni (anche se ne ho lette ancora poche) ho capito di potermi fidare, non certo per partigiane questioni di consonanza, i gusti personali vengono dopo, ma per le qualità in esse evidenti e di cui magari parleremo in altro momento.
Avevo già ordinato “Di bestia in…” e “Fantasmagonia” , ora aggiungo “…Eiffel”, non ho fretta, avevo programmato di dedicarmici a fine ottobre. Un saluto

tramedipensieri
2 years ago

Eccomi qui 🙂

Arrivata tramite Giovanni Baldaccini: mi occorrerà del tempo per leggere tutto.
Questo blog è una ricchezza infinita, dovrò solo stare molto attenta a non entrare subito in libreria: addio finanze 😀

Complimenti

.marta